Il concorso Codi-Amo

Il concorso intende sensibilizzare gli studenti alla riflessione sullo sviluppo del pensiero computazionale, fornendo loro l’opportunità di cimentarsi con forme di espressione originali e stimolanti, e mettendoli in condizione di esprimere le proprie peculiarità e le proprie visioni.

Il regolamento è contenuto nella Circolare MIUR.

Questa pagina fornisce, secondo quanto previsto dalla suddetta circolare, gli ulteriori dettagli operativi necessari per la partecipazione al concorso nelle due categorie previste: tecnologica e tradizionale.

Per partecipare al concorso è necessario essere insegnanti, statali o paritari, iscritti su "Programma il Futuro". Bisogna poi realizzare un elaborato conforme alla categoria scelta per la partecipazione ed alla classe con cui si partecipa, secondo quanto sotto indicato.

Tale elaborato deve essere infine sottomesso usando l'apposito Modulo di Partecipazione.

Ricordiamo che un insegnante può partecipare con quante classi vuole al concorso, ma una stessa classe può partecipare una volta sola, in una sola delle due categorie. Gli elaborati sottomessi potranno essere modificati anche successivamente alla prima sottomissione, ma sarà considerata valida per ogni classe solo l’ultima sottomissione effettuata prima della scadenza delle sottomissioni, fissata al 3 aprile 2016. Per modificare quanto già sottomesso è sufficiente cliccare sul pulsante "Modifica" che appare accanto ad ogni classe nel Modulo di Partecipazione.

Ogni sottomissione verrĂ  riscontrata dal sistema mediante l'invio di un messaggio di posta elettronica all'indirizzo e-mail usato in fase di iscrizione a "Programma il Futuro".

Per ulteriori chiarimenti puoi contattare la specifica pagina delle FAQ - Domande e Risposte del Concorso Codi-Amo. In caso di difficoltà o problemi è possibile contattare il Servizio di Supporto.

Torna sopra


Elaborato per la categoria tecnologica

Si tratta di un programma informatico sviluppato utilizzando l’ambiente di programmazione disponibile sulla piattaforma di code.org, secondo il grado di scuola di appartenenza della classe che partecipa:

  1. Scuola Primaria: dovrà essere realizzata una “storia”, usando obbligatoriamente l'ambiente di programmazione disponibile a questi indirizzi:
  2. Scuola Secondaria di I grado: dovrà essere realizzato un “gioco”, usando obbligatoriamente l'ambiente di programmazione disponibile a questo indirizzo:
  3. Scuola Secondaria di II grado: dovrà essere realizzato un “elaborato grafico”, usando obbligatoriamente l'ambiente di programmazione disponibile a questo indirizzo:

L'elaborato da sottomettere per il concorso ha dei limiti che dipendono da diversi parametri, come il numero delle istruzioni utilizzate per creare l'elaborato e la loro tipologia. I limiti sono legati alla piattaforma di Code.org e derivano dalla scala mondiale del progetto e quindi della necessitĂ  di poter offrire a tutti la possibilitĂ  di condividere i progetti. Il rispetto dei vincoli può rappresentare un modo per stimolare la creativitĂ  degli studenti a raggiungere gli stessi obiettivi con un minor numero di istruzioni, promuovendo ancor di piĂą l'esercizio del pensiero computazionale.

Attenzione! Per una migliore gestione del tuo elaborato, sia in caso di creazione che di modifica, fai prima di tutto accesso al sito di fruizione, e solo dopo clicca sul link dell'ambiente di programmazione su cui vuoi lavorare, altrimenti qualsiasi azione compiuta in tale ambiente non verrà salvata. Per gli studenti iscritti con immagine o parola come tipo di accesso è necessario seguire le indicazioni presenti a questa pagina.

    •  

Nei casi 1 e 2, quando ci si ritiene soddisfatti del risultato ottenuto, è necessario cliccare sul pulsante "Condividi", posto al di sotto dell'area di disegno (vedi immagine qui a destra), per ottenere l'indirizzo web di quanto realizzato.

Il pulsante "Condividi" appare solo dopo aver premuto su "Esegui" almeno una volta.

immagine pulsante condividi.

Si visualizza in tal modo una finestrella che mostra l'indirizzo URL del programma sviluppato, cerchiato in rosso nell'immagine qui a destra.

Nel caso 3 al termine dell'esercizio viene visualizzata subito una finestrella simile a quella qui a destra.

immagine ottenimento indirizzo progetto.

L'indirizzo URL così ottenuto deve essere inserito, quando si compila il modulo di partecipazione, nel campo "URL progetto" della scheda "Categoria" (vedi immagine qui a fianco).

Per essere sicuri di aver inserito correttamente tale informazione si può cliccare su "Visualizza il progetto", che apre una nuova scheda e lo visualizza.

Per modificare l'URL dell'elaborato sottomesso è sufficiente cliccare sul pulsante "Modifica" che appare nel Modulo di partecipazione accanto ad ogni sottomissione, selezionare poi la scheda "Categoria" ed inserire nel campo "URL progetto" il nuovo URL.

immagine inserimento indirizzo progetto.

Torna sopra


Elaborato per la categoria tradizionale

Si tratta di realizzare per il contesto italiano, inteso in senso sia linguistico che culturale, il piano didattico di una lezione. Questo vuol dire produrre tutto il materiale che si ritiene necessario: testuale, grafico, ed eventualmente video.

La lezione ha come obiettivo lo svolgimento di attività didattiche della durata complessiva indicativamente compresa fra 30 e 60 minuti e deve essere realizzata scegliendo obbligatoriamente fra le tematiche sotto indicate, secondo il grado di scuola di appartenenza della classe che partecipa. A fianco di ogni tema è presente un riferimento ad una lezione in lingua inglese che può servire come fonte di ispirazione.

  1. Scuola Primaria:
  2. Scuola secondaria di I grado:
  3. Scuola secondaria di II grado:

Quando si compila il modulo di partecipazione è necessario indicare nella scheda "Categoria" la tematica della lezione su cui è stato sviluppato l'elaborato tradizionale (vedi immagine qui a destra).

Il sistema permette di scegliere solo le tematiche attinenti al grado di scuola di appartenenza della classe per cui si sta facendo la sottomissione.

indicazione tematica progetto.

Sempre dalla scheda "Categoria" è possibile effettuare il caricamento degli allegati (vedi immagine a fianco).

Bisogna inviare sia un documento PDF contenente la versione finale direttamente leggibile tramite Adobe Acrobat Reader del piano didattico, sia un documento in formato archivio compresso contenente tutti i files sorgente a partire dai quali è stata prodotta la versione finale. Se la lezione sviluppata utilizza materiale video (o se è stato prodotto un video dimostrativo del suo uso) può essere caricato (ma non è obbligatorio) anche un file video in formato MP4.

Cliccando sul pulsante "Sfoglia" sarĂ  possibile selezionare dal proprio dispositivo il file da allegare, che deve essere del tipo corrispondente ad uno dei formati indicati per ogni allegato.

Per modificare l'URL dell'elaborato sottomesso è sufficiente cliccare sul pulsante "Modifica" che appare nel Modulo di partecipazione accanto ad ogni sottomissione, selezionare poi la scheda "Categoria" ed inserire nei campi "Allegato", "Archivio compresso" ed eventualmente "Video" i nuovi allegati.

inserimento allegati.

Torna sopra